Ottagoni Erotici.

di Willy Zini

 

Soffro nel dileguare la sottile
coltre del disagio imperituro
che insegue i miei pensieri,
quando ingenuo vivo al sole.

Brucia la retina – ingurgito
luce, sordida polvere
e dal grigiore profondo
la violenza del colore (Anima!).

Come soffio divino,
di vino ripaga la terra
il Poeta – blurry inside –
così spalanca l’orizzonte.

Il verso famelico si sbrana
come Sacro Serpente:
ambizione è la coda

silenziosa la resa,
poetica la riuscita.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata